Capelli,colori e moda 2020: ecco i 10 colori di tendenza di quest’anno.

Marron glacé, caffè nero, biondo popcorn o (per le più audaci) blu inchiostro, rosa, verde acido. Tutte le sfumature che cancellano l’inverno dai capelli.

Quello che cambia allo scattare della primavera è la luce. Che, purtroppo, evidenzia anche l’insofferenza verso i capelli che escono provati e ingrigiti dall’inverno. Ecco perché è una buona idea ripartire dalla testa «per decidere i cambiamenti che da questo momento in poi ci accompagneranno verso la bella stagione» osservano i titolari di Tulook. Abbiamo chiesto agli esperti di guidarci attraverso le tendenze colore capelli perfette per inaugurare la primavera: pronte a cambiare testa?

Sfumature su misura

La moda le vuole fredde: «per intenderci, su un castano profondo potranno essere degradanti fino a un biondo cenere, mentre sui capelli chiari la scelta potrà spaziare dal biondo popcorn, successo delle ultime stagioni caratterizzato da ciocche di tonalità oro e ghiaccio mescolate insieme, alle nuance cappuccino sfumate dal moka al beige, allo smoky blond effetto platino, interessante su un viso giovane, più rischioso se affiancato a una pelle âgée»

                                                                                                                                                                            

Sfumature che baciano le “over”, per cui le parole d’ordine sono addolcire e sfumare con colori e sfumature che incorniciano il viso con note di calore: vincenti quelle che fanno pensare alla luce del sole, dai castani con gradazioni caramello e nocciola al rame, ai toni sabbia o marron glacé.

                                                                                                                                                     

Le tecniche da conoscere

Visto che la regola di quest’anno è sfumare, vediamo quali sono le varie tecniche: «Per seguire l’indicazione verso una sempre maggiore personalizzazione, si tende a evitare quella delle colorazioni a ciocche, tipo colpi di sole o shatush che rischiano di creare eccessivi contrasti. Quindi entriamo nel mondo delle gradazioni che si sviluppano orizzontalmente dalle radici alle punte (tipo flamboyage, balayage, degradé…), dove non si usa mai un colore solo.

                                                                                                  

Il ritorno del monocromatico

Per contro, tornano alla ribalta i colori monocromatici puri, dal caffè nero al cioccolato fondente, al bruno liquirizia, strepitosi per volti dai lineamenti sottili che vogliono essere valorizzati, da usare con cautela per le fisionomie più marcate. Da Monica Bellucci a Eva Green: ecco gli esempi più glamour dal mondo del cinema. E per i capelli rossi? L’orientamento è verso le nuance accese e brillanti, da valutare caso per caso a seconda della pelle con cui creano il contrasto.

                                                                                                       

I capelli rosa

Non sono di certo una novità; negli ultimi anni li abbiamo visti in ogni versione possibile e immaginabile. C’è chi ha scelto di osare con questo look solamente sulle punte, altri invece su tutta la chioma. Insomma, il rosa è versatile e si presta a ogni vostra necessità. In questo 2020 torna prepotentemente a fare breccia nel cuore dei più affezionati e con l’intento di convertire chi ancora non ha provato le sue vibranti sfumature.

                                                                                                                              

Open chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao, come possiamo aiutarti?
Powered by